Il Cammino del Terzo Agnello Comunitario

di Salvatore D’Angelo

Il blog si fa ricco e interessante quando ciascuno dà il proprio contributo, senza perdere di vista le idee-manifesto che sono alla voce “il blog”, in alto a destra, sotto il logo. Gli aggiustamenti e i confronti si fanno nel fuoco dell’attività.

In quest’ottica va bene tutto, arte, letterature, cinema, rubriche, appuntamenti

La sola regola è cercare di essere interessanti, allargare la cerchia dei lettori e frequentatori del blog e delle comunità provvisorie.

Metterle in connessione le Comunità provvisorie, qui e nella realtà. Questo è  il compito o la mission, per usare l’orribile parola di moda.

In sostanza, il piacere dev’essere quello di stare bene insieme, sapendo passare sulla parola sbagliata che a tutti capita di usare.

Per quel che mi riguarda, io sto “di qua”. Ma il come stare “di qua” è una faccenda che riguarda tutti, a partire dagli appuntamenti del 21 ad Atripalda, del 29 a Materdomini, e dallo straordinario impegno della casa per le CP ad Andretta.

Siamo già a 21, in ordine alfabetico:

David Ardito

Franco Arminio

Paolo Bruschi

Gaetano Calabrese

Angelo Castelluccio

Antonio D’Agostino

Salvatore D’Angelo

Salvatore Di Vilio

Mario Festa

Sergio Gioia

Federico Iadarola

Imma Indaco

Enzo Maddaloni

Luciano Malanga

Elda Martino

Fabio Nigro

Mauro Orlando

Mario Pagliaro

Giovanni Luigi Panzetta

Enzo Rea De Falco

Lucrezia Ricciardi

Impegniamoci tutti a raggiungere al più presto il minimo di 40. Se poi saranno ancora di più (ed è possibile), ancora meglio.

A tal proposito, poiché  non tutti possono trovarsi nella condizione di esborsare subito 500 euro, si può tranquillamente pensare a un  percorso a tappe, di questo tipo :

a)      Prima di comprarla, almeno per un anno prenderla in  fitto, per dar modo a tutti di prepararsi.

b)      Allargare la platea, portare ciascuno uno o più amici, fino a raddoppiare a 80 e più soci

c)      Prevedere un esborso anche a rate, all’atto dell’acquisto.

d)     Una volta acquistata, la casa sarà accatastata e registrata a nome di tutti i proprietari consoci, ciascuno per la propria quota e sarà studiata la forma giuridica più consona.

e)      La casa sarà il luogo della convivialità e delle iniziative, il luogo fisico dove federare le comunità sparse sul territorio, il luogo delle idee e dello star bene insieme, uno spazio per gli ospiti dall’Italia e dall’ estero, uno spazio per noi stessi, il luogo della solidarietà  e del vivere comunitario

Mi pare opportuno spostare a Domenica 4 Marzo la giornata all’OFCA di Caserta, giornata che dovrà coinvolgere non solo le CP dell’Irpinia d’Oriente, ma quelle dal Salento, da Matera, dal Cilento, dalla Calabria, dalle pianure osco-atellane. Una grande giornata sotto questo titolo :

IL TERZO AGNELLO

le Comunità provvisorie s’incontrano a Caserta


arti e politiche militanti


per un nuovo umanesimo

Secondo me è questo il banco di prova e l’atto fondativo dell’Associazione di Promozione Sociale delle Comunità Provvisorie, pensando a uno statuto federativo.

Al lavoro e alla lotta!, diceva il buon vecchio Amendola (dalle orecchie a svendola!)

Annunci

One thought on “Il Cammino del Terzo Agnello Comunitario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...