la luna e i calanchi

la paesologia e aliano, il paese di carlo levi….

dall’esiliato all’ospitato…..

nasce con questo spirito una nuova avventura paesologica.

si chiamerà la luna e i calanchi.

avremo il sostegno, per cominciare, della regione Basilicata, del parco letterario carlo levi e del parco dei calanchi, oltre ovviamente al comune di aliano

avremo con noi amici che già lavorano ad aliamo, nicola flora, franco lancio, enzo tenore e tutti i docenti e gli studenti universitari impegnati a fare un’architettura che usa la gomma più che la matita.

il primo appuntamento è per il 23 giugno ad aliano. oltre a guardare il paese e il paesaggio, parleremo con gli abitanti, spiegheremo cosa vogliamo fare assieme  a loro

e  a tante persone che giungeranno ad aliamo da tanti posti.

molto probabilmente agli inizi di settembre, 7-8-9,

ci saranno le prime azioni della luna e i calanchi (l’otto settembre dovrebbe esserci il secondo seminario nazionale di paesologia)

l’ipotesi è di fare alla fine di maggio del 2013 la settimana completa, secondo uno schema che assumerà il meglio dell’esperienza di cairano.

chi è interessato a venire ad aliano può segnalarlo qui, e possiamo anche qui cominciare a ragionare sugli interventi da proporre. essendo il luogo molto distante e non potendo fare molte riunioni sul posto, è bene usare questo blog per costruire questa nuova esperienza.

arminio

Annunci

25 thoughts on “la luna e i calanchi

  1. ….e il viaggio continui……per i curiosi “transumanti” paesologici che si fidano della “luna” e si innammorano dei luoghi impervi,franosi,crepati…lasciati soli…….cercando di concilare “il tempo e lo spazio”della nostra vita quotidiana e sedentaria…..obbigando la mente alle ragioni del cuore….

  2. stamattina ho già fatto le prime mail di invito. è una storia pacatamente ambiziosa….si tratta di aprire l’ambasciata della luna in italia……
    non nel senso dell’assenza di ogni forma di vita…..
    penso alla luna leopardiana………..

  3. i prossimi appuntamenti paesologici sono nelle marche:
    il 4 maggio a urbino, mattinata all’università, serata in libreria.
    il 5 maggio a macerata, alle 21.30
    il 6 maggio a grottammare, alle 21.30
    il 7 maggio a ripatransone, alle nove e mezza del mattino
    Mi piaceNon mi piace più ·

  4. sono prossimo per la partenza: Danimarca. Starò via 3 mesi. La paesologia l’osserverò da una terra piatta, e “marcia”?

  5. Intanto buona Danimarca ad Antonio, e poi che bello, mi piacerebbe partecipare davvero per settembre, un mese senz’altro caldo in cui spero di laurearmi e realizzare quel gran sogno del Festival di cui parlai già a Franco per mail e di cui spero di farvi sapere a breve. Sto organizzando una piccola grande follia paesologica con un gruppo di amici a Firenze, non dico niente prima dell’ufficialità e dirò troppo dopo, sperando di recarvi comunque un motivo di entusiasmo.

  6. Ci sono, ci voglio essere e voglio essere impegnato come protagonista.
    Sapete di me perciò ditemi il meglio che posso fare per me e per tutti.
    Prego Franco di ripescare quell’ impegno de “il pensiero meridiamo e delle antiche lingue italiche”, Gaetano.

  7. la paesologia è curiosità del nuovo,del cambiamento …..è generosa e poco avara …..e Aliano che non ho mai visitato mi ha riempito di aspettative e di voglia di scoperta …Alethèia che normalmente traduciamo con “verità” esprime nel greco antico la capacità di rendere chiaro ciò che è nascosto o “ama nascondersi” per stimolare l’intelligenza e il sentimento dell’uomo……..insomma un pò più di generosità in questo Blog non guasta!

  8. Caro Mauro, cari Amici,
    siamo pronti, prontissimi, disponibilissimi, “elefterizzatissimi”, sinfonizzabilissimi, orchestrabillissimi, condivisibilissimi, lucanizzabilissimi, presentissimi,
    abbracciatissimi, Gaetano che vuole essere edottissimamente coprogrammato alla maniera cairanese, senza spese e con tanto salutare impegno!

  9. Caro Franco idea bellissima, sono con voi! Mettiamoci anche il cinema ecologico dentro, cinema che lega, sguardo, paesaggio e uomini e culture del posto. Cinema che prova a raccontare i luoghi partendo dalla consapevolezza poetica di chi li abita!

  10. Quelle scritte da Carlo Levi su Aliano sono tra le più belle pagine che parlano della provincia italiana. Il suo sguardo si cala tra i vicoli del villaggio senza alcuna supponenza, diventandone parte integrante. Il giusto rispetto da usare per i nostri paesi. Buon lavoro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...