Non c’è più altezza

Trovare qualcuno che non sia in guerra è difficile. All’improvviso compare la trincea che hanno scavato, compare l’osso nero dell’orgoglio e ti spuntano in faccia. Accade quello che non accade con gli alberi. Gli umani spesso sono inerti e noiosi. Quando li smuovi diventano più cattivi che buoni. Ma non bisogna arrendersi, bisogna continuare il proprio lavoro, dire le proprie cose, guardare il mondo, anche la sua parte invisibile, guardare negli occhi il nulla da cui veniamo e a cui siamo diretti. La nostra vita adesso è dolorosa perché si svolge in una scena sociale malata. La malattia di cui si parla è la crisi, come se fosse una questione di soldi. Forse i soldi sono un dettaglio. La malattia è che la società è finita. È stata uccisa dalla politica. In Italia il livello di indegnità della politica è mostruoso. Non bisogna stare tranquilli, bisogna fare qualcosa contro questa indegnità. Invocare altezza dalla politica, non stancarsi mai di invocarla, sia in chi governa che in chi si oppone. Oggi l’altezza non è al potere e nemmeno all’opposizione. L’altezza non la trovi in Parlamento e non la trovi in piazza. Devi frugare nei margini, fuori dal centro e dalla cronaca.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...