“Ortografia” ad Aversa

AVERSA – L’orto ha i suoi tempi e i suoi volti. Persone che sanno aspettare e sperare, che scavano solchi per accogliere i semi, che scrivono storie e favole nella terra. Una terra spesso strappata alla città, riconquistata. Il più delle volte sono ritorni alle origini. Dall’altra parte del muro la città va veloce, inghiotte bulimica ogni cosa, dimentica i sapori e si omologa alle leggi del tuttoe subito. Eppure si può trovare un punto di incontro. Il tempo prezioso della pausa tra il rewind e il fast forward.
Si inaugura mercoledì 4 aprile – alle 19.30 -, presso l’osteria “Vintage e cucina” al civico 3 di via Santa Marta ad Aversa, la mostra fotografica di Salvatore Di Vilio dal titolo: “Ortografia”. Diciotto dittici che ritraggono volti e prodotti della terra, immagini dall’orto sociale del casale di Teverolaccio di Succivo che raccontano il riscatto dei luoghi e delle persone che si riappropriano dei posti, che scelgono di farli rivivere e rifiorire. E nel gioco dell’attesa e della velocità si innesta il tema gastronomico per la serata inaugurale: “Dal fast food al fast good – panini d’autore buoni, puliti e giusti”. La scelta di prodotti di piccoli e coraggiosi artigiani del gusto, verdure di stagione e vini del territorio perché non sempre il pasto veloce è sinonimo di cibo spazzatura, ma può essere declinato in varianti gustose e sane. Le immagini di “Ortografia” rimarranno esposte all’osteria “Vintage e cucina” fino al 20 aprile (info: 345 44 27 756).

Continua a leggere